Don't call me baby

Ad oggi è in vigore in Italia la vecchia legge 91 del 1981, che demanda alle singole federazioni la facoltà di aprire o meno le porte al professionismo sportivo sulla base delle direttive stabilite dal CONI.  Questo comporta che indipendentemente dal livello tecnico ed agonistico e nonostante per talune di loro lo sport sia la prima fonte di reddito, le donne Italiane sono definite dilettanti. Nessuna atleta può beneficiare oggi di alcuna tutela occupazionale, previdenziale, infortunistica e/o di protezione per la maternità, sia essa esordiente o campionessa olimpica.

Camilla è una ragazza che fin da piccola pratica l’enduro, Anisia il pugilato, Arianna, Karen e Federica fanno parte delle Lobsters, squadra di football americano che ha disputato la serie A. Tre storie per mostrare il contrasto solo apparente fra grazia e tenacia, tutte accomunate dal fine del raggiungimento gli obiettivi sportivi, talvolta purtroppo anche a dispetto di difficoltà strutturali e pregiudizi culturali.

Antonio Tartaglia Photographer